29 March 2012

Supernatural market


We are having a gorgeus springtime here in Provence and I do love go onto my very secret garden looking for wild vegetables . It's the season for detoxing and what's better than walking under the sun and picking up something that Mother Nature so generously gives us ?
One basket for that we'll be eating raw and the other one for herbs that will be cooked...I like to come home with my herbs cleaned & arranged ,ready to use .

Gordes

Can you imagine that it's amongst the ruins of some village that you can find the biggest variety ? I speak of Luberon , obviously : in the countryside we can't find so much , because of all the chemicals products that have been used along the years. Things are changing now , and a new generation of young farmers is coming .I'll tell you in a next post about them.



Wild blettes


Wild leek


Wild rocket 










When we came back we had an amazing wild rocket ( not be confounded with  arugula ) and Dandelion  salad with fresh eggs from the farm nearby : this is one of my favorites , a real luxe to me. The combination between the bitterness of dandelion and the spicy taste of wild rocket is so good that you  don't need to add anythyng else , just a normal seasoning.Accompanied with eggs is an healthy and light lunch or dinner . Your liver will thank you !

Dandelion & Wild Rocket Salad

Wash the herbs almost three times , till the water is clear , then put them in a bowl. Prepare a vinaigrette : in a cup put some fleur de sel ( how much as you like ) a drizzle of apple's winegar t dissolve the salt , extra-virgin olive oil and freshly grounded black pepper , mix well and add to the salad . Cook the eggs : raise the water to boil , put gently the eggs inside and let cook for five minutes , drain and cool with cold water . Serve with the salad and enjoy !
You can find here a traditional provençal recipe with wild blettes .

Bon appetit !

22 March 2012

Looking for wild herbs in the Luberon with TerrESa

Theresa and the "Quinques"



At the end of 2010 I spent Xmas time in Paris with some friends : one evening I was invited for dinner at Antoinette's home and there I met Theresa : I can still remember the tarte she brought , the best "sbrisolona" I ever ate , luxury almonds melting in my mouth , I could hardly stop eating .The amazing thing is that this cake is a traditional recipe from Italy and Theresa comes frm USA.  After a few months she wrote me and I invited her to come and see me in Provence . We had the chance there were beautiful,sunny days and we went looking for wild edible herbs: I showed her my " secret garden " in Gordes ( I never show it to anybody ) where we found "blettes" and so I told her about an ancient recipe of Nice I discovered on a book and how I was wishing to try it . Then we decided to cook together , but for this and for the recipe in english I'll send you here : Theresa writes much better than me ! Anyway we had so much fun cooking and shooting together , and the quinques were faboulous. If you happen to be in Paris and you have an interest in natural & vegetarian cooking and in discovering the city in a different way search for her site :she's a wonderful cook also !




Wild Blettes



Discovering Joucas


With this recipe I'm on Weekeend Herb Blogging

by  Max , Brii ,Kalyn and Haalo

16 March 2012

Sweet life in Provence part 1

Today only some photos : it's a wonderful springtime here in Provence and even if we are working we take the time to enjoy life !







15 March 2012

Parsnip velouté & Saturday's market

Last Saturday I went to the market in Apt  : it is one of the most beautiful markets of  France indeed but I hardly go on summer , because is full of people and I only need to buy food for my clients so I prefer to go to Petit Palais ,  a very small farmers market . So...now I have the time to go and enjoy myself. There's a farmer anyway who sells his organic production and were  I can also find oranges and lemons from Sicily . So I came back with my bag full of fresh, marvelous fruits and vegetables. I bought parsnips , small tender ones ( when they are big they are harder ) and I decided to cook a velouté that I served with some duck breast . Parsnips are very sweet and the duck goes very well with it , giving a bit of salty savor .




 
Parsnips


Ingredients for 4 servings

4 small parsnips
4 small potatoes
1 big onion or two small
1 liter of vegetable stock ( salted)
1 tsp of double cream
40 gr of smoked duck breast
2 tsp of chopped parsley ( or coriandrer )

Peel the parsnips ,the onion and the potatoes and cut them in pieces , put them in a pot with the stock , bring to boil and let cook 1/2 an hour , then mix to obtain a velouté , taste the salt , add the cream and mix again .Serve with some parsley and smoked duck breast chopped.

Italian version below



Coustellet farmer's market



Italian



6 March 2012

L'MT challenge di Marzo : le crèpes

La settimana scorsa mi trovavo a Sauveterre de Rouergue per il foie-gras e son tornata venerdi sera , ho acceso il computer e....sorpresa ! Sembra abbia vinto l'MT ! Quello che non avevo realizzato ( lo ammetto , l'avevo preso un po alla leggera ) era che adesso tocca a me proporre la ricetta . Inoltre ,causa la lontananza e la difficoltà a comunicare ,  sono pure in super-ritardo.
Cosi nel silenzio del villaggio addormentato mi trovo a scrivere. Voglio innanzitutto ringraziare tutte voi che mi avete scritto e rispondero a tutte non appena possibile , il calore e la gioia che ho ricevuto sono nuovi per me . Molte mi hanno chiesto di essere clemente , qualcuna di stupire .
Allora....le crepès ! Sono facili da fare e al tempo stesso permettono di scatenare la fantasia . Saranno dolci ma potrete farci anche un primo piatto . Le crèpes perchè abito in Francia e perché le adoro .Perché piacciono tanto a mio figlio e cosi si troverà una bella serie di ricette da provare . Qui vi daro la mia ricetta base e anche il mio trucco per renderle deliziose . Potete sbizzarrirvi con farine diverse se volete , arrotolarle , piegarle in quattro , sovrapporle ....adesso sono io che vi chiedo di stupirmi !
Ringrazio infine Bucci per essermi stata vicina e per quello che ha scritto su di me , mi ha veramente commosso , e Alessandra di MT per l'incoraggiamento .Confesso che dover essere tra i giudici mi spaventa un po , spero di essere all'altezza del compito perché devo dire che ho visto cose fantastiche .




La ricetta base

Per  10/12 crèpes

150 gr di farina O
350 ml di latte
50 ml d'acqua
2 uova medie
1/2 cucchiaino da caffé di sale
30 gr di burro chiarificato per cuocere

Questa é la ricetta che uso sempre e con la quale ottengo delle crèpes sottili , leggere e dal gusto irresistibile . Tra gli ingredienti trovate l'acqua ( serve a rendere la  crèpes più sottile) e il burro chiarificato per cuocerle : la sua particolarità é di avere un punto di fumo simile all'olio extravergine di oliva quindi non brucia e dona un sapore delizioso alla crèpe.
Rompete le uova in una terrina, sbattetele un po con la frusta , cominciate ad aggiungere alternando la farina setacciata e il latte/acqua ,mischiate bene fino ad avere una pastella piuttosto liquida e liscia. Aggiungete il sale,mischiate e lasciate riposare almeno un'ora .
Fate sciogliere 30 gr di burro chiarificato in un pentolino , scaldate bene la padella per le crépes ,ungetela con il burro usando un pennello ( possibilmente in silicone) versate la quantità di pastella necessaria per una crépe ( per una padella di 22 cm io metto 30 ml di pastella) Il consiglio che posso dare é di prepararvi un misurino ed avere cosi la dose esatta da versare , in modo da poterla gettare in un colpo solo. A questo punto fate " ruotare" la padella per spargere uniformente la pasta, fate cuocere fino a che sarà ben dorata , quindi giratela e finite la cottura dall'altra parte. E importante cuocerle a puntino perché é questo che dona loro il sapore . Con questo tipo di crèpe potete fare piatti dolci o salati , io mi son divertita a farne anche di piccoline nel padellino dei blinis ma é un lavoraccio!


Ed ecco le mie due ricette ,semplici semplici per non dire banali ma tanto....tocca a voi essere originali ! Per quanto riguarda il dolce ho preparato semplicemente dei kumquats per accompagnare le crépes ,per il salato un classico : spinaci e ricotta ,anche se qui ho usato una 'brousse' di capra perché la ricotta vera non si trova qui .Pero magari leggetevi la ricetta perché questa é quella che faccio per me e forse é un po diversa dal solito .


Crépes con i kumquats

Per 4 persone

300 gr di kumquats possibilmente bio
150  gr di zucchero
80 ml d'acqua
1 bicchierino di liquore al mandarino o limoncello
Crépes....quanto basta !

Lavate i kumquats , tagliateli in due e togliete più semi possibile. Versate lo zucchero e l'acqua in un pentolino dal fondo pesante e fate bollire fino a che comincia a diventare sciropposo , quindi aggiungete i kumquats e lasciate ridurre per una decina di minuti a fuoco basso. Aggiungete il liquore , mescolate bene e servite sulle crépes. Per la foto ho fatto delle mini crépes nel pentolino che serve a fare i blinis .



Cannelloni di crépes con spinaci e ricotta

Per 4 persone

8 crépes grandi o 16 piccole tipo blinis
300 gr di ricotta di pecora
300 gr d spinaci
parmigiano e burro per gratinare
besciamella
noce moscata
1 cucchiaio d'olio Evo
sale
pepe bianco ( se lo avete Sarawak)

Lavate bene gli spinaci , gettateli in abbondante acqua salata , fateli bollire per 2/3 minuti , scolateli con una schiumarola dentro una ciotola d'acqua molto fredda  per fermare la cottura ( in estate aggiungo del ghiaccio) quindi scolateli e strizzateli bene .  Mettete la ricotta in una terrina ,lavoratela bene con una forchetta ,aggiungete gli spinaci strizzati e tagliati , l'olio ,una grattuggiata di noce moscata , il pepe macinato fresco e sale quanto basta ( dipende dalla ricotta , certe sono ben salate )
mescolate bene e farcite le crépes come vedete nella foto sotto ,arrotolate.

Per la besciamella mettete in un pentolino 25 gr di burro ,fatelo scogliere fino a che comincia a friggere ma senza bruciare , aggiungete 25 gr di farina e mescolate in continuazione fino a che sarà un po dorata , a questo punto aggiungete in un sol colpo 500ml di  latte freddo , continuando a mescolare e fate cuocere fino a che comincia a bollire e addensa . Mettere un cucchiaino di sale e una bella gattuggiata di noce moscata , gustate per verificare il sale. pamate un po di besciamellasul fondo di una teglia , ponete i cannelloni uno accanto all'altro , coprite con la salsa , spolverate con abbondante parmigiano e qualche fioccho di burro . Infornate a 180° ventilato fino a che sarà ben gratinato . Risulta molto più leggero dei cannelloni fatti con la pasta !